Schede degli Eventi

Letterature (narrativa, attualità, racconti visivi, teatro)

 

Titolo: CONTÂ DISSEGNÂ SCRIVI

Descrizione: Ritorna anche quest’anno, grazie alla collaborazione con il Comune di Codroipo, l’appuntamento con la presentazione dei vincitori del Premio S. Simon, il più importante concorso dedicato alla letteratura in lingua friulana. Due i generi al centro della trentanovesima edizione del Premio: il romanzo e il racconto a fumetti. Un’occasione per fare anche il punto sullo stato di salute delle produzioni letterarie in friulano.

 

Titolo: AMB INDIGNACIÓ I ESPERANÇA: EL LLAÇ GROC DELS CATALANS (Con indignazione e speranza: il nastro giallo dei catalani)

Descrizione: Il nastro giallo è diventato un simbolo che va oltre l’espressione di solidarietà nei confronti dei prigionieri politici e degli esiliati catalani. Rappresenta l’indignazione e la speranza che attraversano la società catalana. È una richiesta di giustizia, una rivendicazione di diritti fondamentali e un grido di libertà. Con il suo libro Jo també porto el llaç groc la giornalista Maria Xinxó racconta, a partire da cento ritratti, le ragioni che spingono decine di migliaia di catalani a indossare quotidianamente questo simbolo.

 

Titolo: DONALD DAL TILIMENT

Descrizione: Il romanzo “Donald dal Tiliment” di Stefano Moratto prende vita grazie a uno spettacolo che unisce musica, recitazione e illustrazione dal vivo. Gli attori del collettivo Teatro Sosta Urbana si uniscono al gruppo musicale dei “The High Jackers” e all’illustratore Paolo Cossi per proporre una nuova puntata delle avventure strampalate di Saco e Pidins attraverso un Friuli fantastico dove si intersecano con quelle di Donald Duck trasportando lo spettatore in un vortice psico-linguistico travolgente.

 

Scuole

 

Titolo: SCUELE EUROPE

Descrizione: Artisti provenienti da diverse comunità minorizzate europee si incontrano con gli studenti delle scuole superiori friulane. Una lezione-concerto dedicata a creatività, educazione plurilingue e cittadinanza multiculturale. Per i ragazzi delle scuole, un’occasione di conoscenza di altre realtà del continente in qualche modo comparabili con quella del Friuli. Un dialogo a più voci e in più lingue sul pluralismo linguistico e culturale, inteso come valore, diritto e opportunità.

 

Cinema

 

Titolo: AMAMA (La nonna)

Durata: 103 min.

Regista: Asier Altuna

Descrizione: Nel suo secondo lungometraggio, il regista basco Asier Altuna lascia i toni ironici di Aupa Etxebeste! per occuparsi della contrapposizione tra genitori e figli, tra passato e presente. Lo fa raccontando la vicenda della famiglia di Tomás e di sua figlia Amaia, interpreti di due modi opposti di intendere la vita. Ai loro contrasti assiste la nonna – la amama del titolo – i cui silenzi sono spesso più eloquenti di mille parole. Vincitore della quinta edizione del Babel Film Festival di Casteddu / Cagliari.

 

Titolo: KM100

Durata: 40 min.

Regista: Maria Francesca Valentini

Descrizione: Aleria. Chilometro 100 della statale 198. Teatro nel 1975 di eventi che rappresentano un passaggio fondamentale, se non fondativo, del moderno nazionalismo corso. Con il suo documentario KM100, l’artista e regista Maria Francesca Valentini, offre uno sguardo originale sulla trasformazione di questo luogo simbolo, interrogando il presente e il passato, muovendosi tra la memoria e l’attualità politica, alla ricerca dell’eredità ideale e materiale lasciata dai protagonisti di quegli anni.

 

Titolo collettivo: DOCU-STORIIS

Descrizione: Docu-storiis raccoglie tre novità cinematografiche in lingua friulana. Pozzis-Samarcanda, lavoro di Stefano Giacomuzzi in fase di produzione, racconta il viaggio del Cocco (Alfeo Carnelutti) dalle montagne friulane all’Uzbekistan in sella a una Harley Davidson del 1939. Il documentario Emigrant di Marco D’Agostini prende invece spunto dallo spettacolo teatrale “Emigrant – Chant du Friûl” interpretato da Nadia Fabrizio per ragionare di identità migranti. Int/Art di Dorino Minigutti e Giorgio Cantoni propone la terza parte della serie dedicata a giovani artisti e creativi friulani che raccontano la loro arte e il loro legame con una lingua minorizzata